Categorie
Cult

The quick brown fox jumps over the lazy dog — Cos’è un pangramma?

Avete mai pensato all’alfabeto come all’insieme delle note musicali? Ecco, sono sempre le stesse, eppure cambiandone l’ordine, acquisiscono una propria armonia trasmettendo un numero di concetti potenzialmente infiniti e sempre diversi tra loro.

Una delle meraviglie su cui sono inciampata da poco è il pangramma.

Come sarebbe a dire cos’è un pangramma?

Il pangramma (dal greco “tutte le lettere”) è quella frase di senso compiuto che racchiude tutte le lettere dell’alfabeto, a volte ripetendo lettere già presenti.

Se volessimo invece parlare di un pangramma senza ripetizioni di lettere avremmo un pangramma eteroletterale, tipo quello creato da Umberto Eco negli anni Ottanta: “Tv? Quiz, Br, Flm, Dc… Oh, spenga!”.

Il più noto è “the quick brown fox jumped on a lazy dog”, che racchiude le 26 lettere dell’alfabeto anglofono.

Spesso usato per testare graficamente nuovi font, le tastiere, delle nuove tecniche di stampa o anche nelle comunicazioni radio per verificare la corretta sintonizzazione tra mittente e destinatario.

Mario Sica (noto dirigente degli Scout di Baden — Powell), ne tradusse il significato in italiano per testare la conoscenza dell’ alfabeto Morse tra i boyscout.

Il più delle volte, anche se di senso compiuto, queste frasi descrivono situazioni o sentimenti un po’ paradossali, come nel caso del pangramma più famoso della Spagna:

spagnolo-01

O a quello Francese:

francese-01

Nella lingua Araba ci si trova di fronte ad una frase di grande effetto , quasi proverbiale:

arabo-01

Alcune lingue invece hanno donato al proprio pangramma un sapore decisamente fiabesco.
Come nel caso del Portoghese:

portghese-01

Tedesco:

tedesco-01

Turco:

turco-01

Sloveno:

sloveno-01

Forse quello che, in questa ricerca, ha attirato meno la mia attenzione è stato proprio quello Italiano, che di melodie e musicalità avrebbe potuto far da padrone:

italiano-01

Sarà forse per il suo significato non propriamente positivo?

Alla prossima, Alina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *